Cos’è una Brand Identity

(e perché vale la pena saperlo)

Molti hanno una vaga idea del significato di “Brand Identity” ma non sanno esattamente di cosa si tratti, né in che modo possa interessare la propria attività. Ecco qui una breve spiegazione!

Senza dubbio se parliamo di Brand (il Marchio) abbiamo a che fare con quello che chiamiamo Logo, ma c’è una grande differenza tra Logo e Brand: quando si pensa per esempio a Apple, si immagina soltanto il suo Logo? Oppure il pensiero corre automaticamente al nuovo iPhone che vorremmo acquistare, al suo design impeccabile e al ritorno di immagine che avremmo sfoggiandolo?

Brand-Identity_Irene-Iunco_Esempio
Il nuovo iPhone 7: avete bisogno di vedere la mela per riconoscerlo?

 

La Brand Identity è la combinazione degli elementi visivi ed emotivi che compongono la comunicazione del Marchio.

Elementi visivi, quali nome, logo, slogan pubblicitari, colori, stile delle immagini, caratteri tipografici, texture e pattern utilizzati, iconografia, packaging, ma anche elementi astratti come potere evocativo, tono di voce, emozioni suscitate e immaginario di riferimento.

Possiamo andare avanti trovando molti esempi  —  Marchi come Airbnb, McDonalds, Nike, Apple e altri hanno investito nello sviluppo della propria Brand Identity ottenendo in compenso riconoscibilità, associazione a valori positivi e fedeltà dei consumatori.

Cosa rende efficace una Brand Identity?

Che ci si occupi di questa o meno, qualsiasi attività possiede una Brand Identity. Forse non sarà particolarmente rappresentativa, oppure non avrà la coerenza necessaria per essere riconoscibile, ma esiste e permea ogni Punto di Contatto (o Touchpoint) tra questa e il suo pubblico.

Una Brand Identity efficace deve essere sviluppata in modo creativo e coerente per avere un impatto sull’attenzione delle persone, per diventare dunque “memorabile”: Logo, Sito Web, materiale di Promozione, Insegne, presenza sui Social Media, Advertising, tutto ciò che entra in contatto col pubblico rappresenta il Sistema di Comunicazione del Marchio. 

Brand-Identity_Irene-Iunco_Esempio
Ecco il modo in cui Pepsi rimane coerente su tutti i Punti di Contatto, dal trasporto al tappo della bottiglietta

Qualunque cosa ci sia là fuori, che sia nata per caso o intenzionalmente, rappresenta il Marchio presso i potenziali clienti.

Perché occuparsi della propria Brand Identity?

Veniamo in contatto con una moltitudine di Marchi ogni giorno, ma soltanto pochi di questi sono progettati in modo professionale: quando vediamo un Marchio ben riuscito ce ne accorgiamo, perché si fa notare.

Il pubblico viene a contatto con un Logo ancor prima che con un negozio, locale, servizio o prodotto, o staff, in generale il Logo rappresenta il primo vero Punto di Contatto capace di convertire il pubblico in cliente.

La percezione del Marchio è tutto: avremo dunque più possibilità di emergere occupandoci di comunicare in modo efficace, costruendo un rapporto di fiducia e fedeltà col pubblico.

 

Il prossimo passo

Prendetevi il tempo per valutare il vostro attuale Logo e Brand Identity: riesce a comunicare bene quello che siete e che offrite? È abbastanza creativo e distintivo? C’è coerenza nel modo in cui è utilizzato su tutti i canali di Comunicazione?

Se avete bisogno di aiuto, contattatemi per una consulenza gratuita. Insieme potremo analizzare la situazione attuale e decidere di intervenire dove la Comunicazione è più debole. 

Ecco un link ai miei progetti di studio di Brand Identity: troverete qui alcuni dei Marchi che ho creato e curato sui canali di promozione online e offline.

A presto!

1
×
Ciao 👋 contattami su WhatsApp!